Logo_Laboratorio Casa della Vita_medium

Newsletter n. 2 - Ottobre 2018

egitto scriba seshat
Carissimi lettori,
pubblichiamo di seguito la seconda newsletter di “Laboratoriocasadellavita”, che viene spedita, come la prima, anche con un invio spontaneo a tutti coloro che ci hanno fornito un proprio indirizzo mail.
Nella nostra homepage trovate da qualche giorno una nuova sezione denominata “Dalla Terra al Sole”.
Dalla Terra al Sole è il titolo di un movimento di opinione e di cultura ( come lo è anche Laboratoriocasadellavita) volto al recupero delle grandi tradizioni dimenticate. Perfettamente in linea anche con il recupero tradizionale di Associazioni Iniziatiche.
La sede permanente degli appuntamenti “Dalla Terra al Sole” è il Palazzo pretorio mediceo di Castrocaro, un palazzo costruito esotericamente da Cosimo De Medici.
Il primo appuntamento è stato il Convegno “L’Astrologia del divenire”, tenutosi il 22 Settembre scorso ed il cui programma è stato inserito anche in “Convegni ed Eventi” del nostro sito.

Sabato 23 Marzo 2019 (in concomitanza con l’ Equinozio di Primavera) si terrà a Napoli il terzo Convegno sull’ Egitto, dal titolo “LA SCIENZA DELLA VITA”.
A breve verranno resi noti sede e programma.

Ricordiamo infine che è stato riattivato (sempre nella sezione “Convegni ed Eventi”) il collegamento per visualizzare il video del Convegno “La Scienza dei Faraoni” e caricate le slide dei singoli interventi dei relatori.
Quest’ oggi pubblichiamo una breve riflessione su “Il Quadrilungo Sacro”, riflessione che segue l’articolo di Silvano Danesi “La Deambulazione nel Tempio”, pubblicato il 13 Ottobre scorso.
Il Quadrilungo sacro era una zona antistante il “Sancta Sanctorum” , presente in ogni edificio sacro. La sua funzione era quella di costituire una zona ove raccogliersi all’interno del recinto sacro e prima della zona successiva in cui alloggiava la divinità, molto spesso celata con un velo o protettab in altra differente maniera.
Nel quadrilungo avvenivano inoltre tutte quelle operazioni che permettevano di poter passare dal piano umano a quello divino, cominciando dalla aggregazione dei presenti che giungevano all’ Uno solo dopo essersi riconosciuti tra loro come parte del tutto. Nella stessa zona, dopo la cerimonia rituale, si dissolveva ogni lavoro sacro, restituendo il Tempio alla profanità.

Gli ultimi articoli pubblicati

Il Quadrilungo Sacro

Il Quadrilungo Sacro
Clemente Ferullo
Il Quadrilungo Sacro Va considerato, in premessa, che la rappresentazione di ogni singolo simbolo può essere molteplice, ma, a prescindere da ciò, la sua valenza resta strettamente collegata all’operatore, alla sua purezza ed alla sua intenzione. Questo processo (“rivitalizzazione del simbolo”) è alla base della valenza del simbolo stesso. In epoche storiche diverse ogni simbolo è stato rappresentato in maniera …
Continua a leggere

La deambulazione nel Tempio

La deambulazione nel Tempio
Silvano Gabriele Danesi
La questione della deambulazione rituale, se vuole essere tradizionale e non basata su falsi schemi, deve necessariamente essere ricondotta alla tradizione ancestrale. Una tradizione che risale agli albori dell’umanità e che possiamo ritenere archetipica, ossia universalmente e inconsciamente condivisa, è che la spirale sinistrorsa indichi, involgendosi, la via all’indietro, verso l’origine, il grembo materno, la morte, mentre la spirale destrorsa, …
Continua a leggere

La Pietra di Palermo

La Pietra di Palermo
Giuseppe Rampulla
Sono esigue le fonti storiche che restituiscono luce certa sulla storia dell’antico Egitto e, spesso, quelle che ci sono giunte dalla notte dei tempi, frammentate ma certe, non sono molto conosciute. Un documento lapideo è la cosiddetta “Pietra di Palermo” che ci informa su un periodo che va dal 3.100 a.C., epoca Protodinastica, fino al 2350 a.C., epoca della V …
Continua a leggere

Volontà misteriosa

Volontà misteriosa
Laboratorio
Ancora una volta ciò che accende la scintilla della riflessione è un articolo pubblicato da Silvano Danesi, questa volta sull’interpretazione di Karl Raimund Popper relativa ai tre mondi (le entità fisiche, mondo 1; l’esperienza soggettiva, mondo 2 e i contenuti oggettivi, mondo 3).
Continua a leggere

Il Papiro di Derveni

Il Papiro di Derveni
Laboratorio
di Michele Manfredi Gigliotti Derveni  (derbeni, nella lingua greca) è un antico toponimo della Macedonia posto a circa una decina di chilometri a nord-est di Salonicco, sull’ arteria viaria che congiunge questa città a Kavala. Fu proprio in occasione della costruzione di questa via che, per una fortunata e insperata casualità, è venuta alla luce il 15 gennaio 1962, una …
Continua a leggere

Segui Laboratorio Casa della Vita su Facebook

facebook